top of page

ANESTESIA

Ogni individuo è unico e per sua natura differente da ogni altro. Pertanto qualsiasi forma di anestesia, locale o generale, deve essere scelta e modulata in relazione a ogni singolo paziente e alle sue esigenze. I modermi protocolli anestesiologici, affiancati da una corretta gestione del dolore perioperatorio, rendono la procedura sicura e affidabile.

Durante tutte le fasi dell'anestesia ogni parametro vitale del paziente è sotto costante controllo tramite il monitoraggio multiparametrico così costituito:

  • Elettrocardiogramma

  • Frequenza cardiaca

  • Frequenza respiratoria

  • Saturazione O2

  • CO2 a fine espirazione

  • CO2 inalata

  • Gas anestetici somministrati (% inspirata e % espirata)

  • Pressione arteriosa non invasiva

  • Temperatura (due punti e delta termico)

Tutti i pazienti sottoposti ad anestesia totale o regionale non sono in grado di gestire la propria temperatura corporea tendendo all'ipotermia. Per questo la nostra sala operatoria è dotata di un'unità 3M™ Bair Hugger™ che mantiene costante la temperatura del paziente per tutta la durata della procedura grazie al circolo forzato di aria calda.

Durante l'anestesia la respirazione assume fondamentale importanza sia per l'assunzione di ossigeno e gas anestetici che per l'eliminazione di anidride carbonica.  Spesso durante l'anestesia il paziente non respira correttamente, per ampiezza e frequenza di atti respiratori, pertanto ogni paziente sottoposto ad anestesia totale viene intubato e ventilato automaticamente. In questo modo i parametri respiratori risultano sempre ottimali e possono essere variati in base alle necessità. La possibilità di ventilare il paziente rappresenta, inoltre, un requisito indispensabile per la chirurgia minimamente invasiva.

bottom of page